IL RISVEGLIO DOPO LA CONSFUSIONE 130X180 CM SERIE “VOYAGE” 2020

 

Una nuova ricerca stilistica, richiama l'oriente e il suo minimalismo. Un grigio predominante, lascia spazio ad un alba che colora lo spazio con i suoi caldi rosa. Boccioli di fiori, regalano una nuova primavera dopo un freddo inverno. Quest'opera, si allontana dallo stile gridato della Radchenko, perché realizzato proprio  in un momento di staticità creativa. Concepito in una notte buia e senza sonno, i colori dell'alba trasformano questo grigio lasciando spazio  alla creatività ritrovata

Spogliandosi dalla forza espressiva che caratterizza la sua arte, l'artista, si  avvicina più a se stessa e alla ricerca di una nuova dimensione.  

 

 

Dal 2009 al 2020 il coeficiente artistico di Ludmilla Radchenko è cresciuto dal parametro 1 al 4, e per il 2020 rappresenterà la sua quotazione ufficiale(coefficiente 4) .

Va applicato sempre alla somma di altezza e larghezza in mm. Esempio 4x(1000mm+1000mm)=8000 al M2

SEE ALL AVAILABLE ARTWORKS, PEZZI UNICI

 

Fai la tua proposta

Approfondimenti

SERIE VOYAGE

Nata nei mesi che hanno contraddistinto le fasi della diffusione del Covid 19, questa serie attraversa con ironica positività i momenti più drammatici di questa complessa fase di portata mondiale. Concepita prima ancora del diffondersi della pandemia, quasi come se fosse stata anticipata dal pensiero della Radchenko,  ha la forza di trasportarci attraverso città ammalianti svuotate dall'energia della quotidianità, e  viaggi carichi di speranza, che ci fanno volare in alto proprio come quella mongolfiera carica di sogni. Un amore diverso, e un bacio senza contatto, affrontano tematiche contemporanee di difficile accettazione. L'arte della Radchenko, ha il  potere rigenerante della rinascita, raccontato in un quadro simbolico  “il risveglio dopo la confusione” che si confronta con il dramma della pandemia, lasciandoci sempre una speranza di nuovi inizi, proprio come i suoi piccoli fiori che sbocciano colorando il grigio del tempo.

 

Richiami orientali sono i protagonisti di quest'opera. Diversa dallo stile urlato della Radchenko, questa tela ci racconta quasi sottovoce un dramma esistenziale. In un momento di ispirazione perduta, quando non troviamo la giusta dimensione, vaghiamo nella staticità dell’apatia. Il grigio, colore predominante di questa tela,  imprigiona  una creatività che non trova la sua espressione. Quest'opera tocca in modo molto personale, l'artista, che si racconta, in un  momento molto intimo della sua ricerca stilistica. Concepito in una notte buia e senza sonno, i colori dell'alba trasformano questo grigio lasciando spazio  alla creatività ritrovata.Ed ecco il rifiorire di fiori di pesco,  rose, gigli e farfalle,  che adornano dei rami ancora secchi e quasi privi di linfa. Due amanti si amano nel silenzio e una donna al centro dell'opera porta in palmo di mano il suo alter ego e lo eleva ad una nuova dimensione. Una primavera messa a tacere, sarà sempre in grado di raccontare il suo rinascere. 

Call Now
Directions